Laboratorio di ritratto ambientato
Dialogo tra fotografia e antropologia

Descrizione
Il progetto didattico intende realizzare un percorso di conoscenza e rappresentazione di sé e degli altri a partire dal proprio vissuto. Tale percorso si realizzerà sul doppio binario della ricerca antropologica e fotografica, per costruire un racconto autobiografico che non sia lineare ma proceda per tracce, indizi, orme, che aprono al lavorio riconnettivo della memoria, da intendere non come un contenitore da riempire o svuotare, ma come un continuo processo di riflessività su se stessi nel mondo (nel tempo e nello spazio). Antropologia e fotografia procederanno di pari passo, l’una nell’esercizio maieutico di conoscenza dell’altro e di se stessi, l’altra nel dare forma al contestuale racconto ambientato di sé.
Il laboratorio prevede l'intervento di tre docenti esterni, i quali esporranno la propria personale visione sul tema del "ritratto ambientato". Attraverso la presentazione e la discussione delle proprie esperienze artistiche e di ricerca, i tre docenti porteranno gli studenti alla riflessione e alla revisione finale dei lavori realizzati durante il laboratorio.

Dove

Ass. Culturale "La Mancha", Via Cattedrale 31, Ruvo di Puglia (BA)

Quando
Dal 13 marzo al 16 aprile 2014


Programma

20 marzo 2014
Lezione n. 1 - Alice allo specchio.
Antropologia
Dal me al sé: l’incontro con se stessi come altro da sé. Io e gli altri. Io nello spazio. Io e il tempo.
Fotografia
Il ritratto ambientato nella storia della fotografia.
Durata 4h

27 marzo 2014
Lezione n. 2 - Io, l’altro. A stare con l’altro, s’impara.
Antropologia
Narrazioni ambientate. Laboratorio di intervista in profondità.
Fotografia
Il ritratto ambientato nella fotografia contemporanea. Il rapporto che lega le parole alle immagini.
Durata 4h

03 aprile 2014
Lezione n. 3 – Io e la mia…
Antropologia
Raccontare se stessi attraverso oggetti, immagini e suoni che si ritiene rappresentativi di se stessi. La mia vita come un romanzo.
Fotografia
Laboratorio di ripresa fotografica: il ritratto ambientato
Durata 4h

10 aprile 2014
Lezione n. 4 – Lo specchio dotato di memoria
Fotografia e antropologia
Laboratorio di ripresa fotografica: il ritratto ambientato – allestimento di un set fotografico.
Lezione n. 5 - “Foto casti”
Presentazione del progetto “Foto casti” di Francesco Colella, vincitore del Premio Spazio Labò - Festival di Savignano sul Rubicone 2013, il quale terrà una lezione di editing e racconto fotografico sul tema del ritratto in fotografia.
Durata: 4 h

16 aprile 2014
Lezione n. 6 - Incontri con gli autori
"Le forme del sensibile" di Francesca Loprieno
"Empower your selfie" di Enrico Mastropierro

Durata 4 h

Docenti

• Michela Frontino
Laureata in Conservazione dei Beni culturali, con master in “Photography and visual design”, lavora nel campo della fotografia e del video sia come storica e archivista che come fotografa e video maker. Ha lavorato per la catalogazione e la valorizzazione di fondi fotografici storici come: Fondo “Italo Zannier” (Collezione Fondazione di Venezia); Fondo fotografico dell’ABMC (Archivio, Biblioteca, Museo Civico - Altamura); Fondo biografico e artistico di Salvador Dalì (Fundaciòn Gala Salvador Dalì, Figueres, Spagna); Archivio fotografico “Figlie del divino zelo” (Trani). Lavora nella progettazione e direzione artistica di numerosi eventi espositivi nel campo della fotografia contemporanea, in collaborazione con enti come Contrasto (Agenzia fotogiornalistica), Fondazione di Venezia, Fondazione Capri, Centro studi Torre di Nebbia (Altamura). E' curatrice di progetti video e fotografici tra cui “Archivio di Confine” www.archiviodiconfine.it; “Senses of place – l’ex distilleria tra memorie e cambiamento”; "Conventillos - gli spazi della vecchia e nuova immigrazione"; "Oro rosso" (sulle abitazioni dei lavoratori stagionali in Puglia).

• Angelo Romano
Angelo Romano, dottore di ricerca in Etnologia ed Etnoantropologia alla Sapienza Università di Roma, docente di Sociologia Urbana alla Facoltà di Architettura dell’Università della Basilicata, si occupa di antropologia delle istituzioni e dei movimenti politici, di antropologia urbana e di politiche accademiche. Ha svolto ricerche sul campo nelle città di Mantova e di Roma. È autore di diversi saggi di antropologia urbana e curatore del volume Voci della città. L’interpretazione dei territori urbani (Carocci, Roma, 2011), fondatore dell’associazione culturale Anthropolis, dal 2006 impegnata in ricerche per conto di enti e istituzioni nazionali e internazionali.
Nel 2012 per la cooperativa Camera a Sud di Molfetta ha fatto parte della giuria per il premio di architettura all’interno del progetto “Archivio di Confine” (www.archiviodiconfine.it), archivio web dei confini mobili urbani dell’area della BAT (Barletta Andria Trani) provincia.

Interventi di

• Enrico Mastropierro
Vive in Puglia, è dottore di ricerca in Filosofie e Teorie sociali contemporanee, scrive e chiacchiera di critica sociale e post-strutturalismo. Nel 2012 pubblica per Mimesis “Il corpo e l’evento. Sullo Spinoza di Deleuze”. Collabora dal 2007 alle attività performative ed editoriali del collettivo di ricercatori e creativi Action30 che indaga sulle nuove forme di razzismo e di fascismo e con il quale ha pubblicato “L’uniforme e l’anima. Indagine sul nuovo e vecchio fascismo” (Bari 2009). Ha pubblicato: “Dall’anti-Edipo ai Millepiani” in AA.VV. Filosofie della decostruzione (Bari 2006), “L’art de l’éco” in AA.VV. “Governare l’ambiente?” (Milano 2010).
Quando al volgere della notte nessuno lo vuole più ascoltare, condivide la sua passione per la musica facendo il dj in balere e centri sociali.

• Francesco Saverio Colella è un fotografo.
Vive a Bari, dal 2009 è membro del collettivo “Magma Fotografia Contemporanea” con la quale ha organizzato una serie di performance e mostre sul territorio pugliese.
Forte è il suo interesse per i Balcani e i luoghi di confine.
Nel 2011 partecipa allo scambio interculturale “Legami”, tra artisti pugliesi e argentini under 30 promosso dal ministero della Gioventù, e nello stesso anno è finalista del “PhotoDreaming World Photo Contest” di “Fondazione Forma per la fotografia” di Milano, col progetto “Conventillos – I luoghi della vecchia e nuova immigrazione”.
Nel 2013 è vincitore del Premio “Spazio Labò” in occasione della 22° Edizione del Festival di Savignano sul Rubicone.
La sua fotografia è da sempre legata al viaggio e a temi di carattere sociale.

• Francesca Loprieno
Affianca all'attività artistica di fotografa frequenti collaborazioni sia in ambito teatrale che nel settore della comunicazione video-artistica. Laureata presso l'Accademia di Belle Arti di Roma, ha completato le sue conoscenze frequentando numerosi seminari e corsi di formazione a Roma e a Parigi dove conduce nel 2010 una ricerca foto-videografica presso l'École Nationale Supérieure des Arts Décoratifs (ENSAD) sui problemi dell'immigrazione nelle banlieues parigine. Il suo progetto "Soi même pourtant" è stato selezionato per l'esposizione nel Museo della Storia dell'Immigrazione di Parigi. Nel giugno 2011 ha esposto un suo lavoro intitolato "Identi-kit" alla 54° Esposizione Internazionale d'arte "Biennale di Venezia". Nel 2012 frequenta un simposio di "Fotografia e arte contemporanea" presso l'Université de Vincennes Saint-Denis (Paris 8) di Parigi. Ha partecipato a numerose esposizioni collettive e personali in gallerie ed istituzioni di varie città d'Italia.

Per info e iscrizioni
Mail - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. - 380 9092121

Ph. Michela Frontino, da "Urupia", per Habitat Project  http://www.habitatproject.it/